Varkala – giorni 7 e 8

  
Ieri sera sono crollata. Non sono riuscita a scrivere il post, o meglio, l’ho scritto, ma poi per sbaglio l’ho anche cancellato, per sbaglio ovviamente. Ieri mattina e questa mattina abbiamo praticato con il nostro Adolf di Calcutta e ci è venuto un po’ di rimorso per averlo richiesto per la pratica della mattina. Era un uomo a pezzi, uno sbadiglio ambulante. La pratica é durata poco (è stata comunque intensa e costallata di addominali e saluti al sole) poichè Adolf ha deciso di lasciare un bel po’ di spazio a savasana. I suoi savasana sono particolari. Si muove tra i tappetini gorgheggiando come Cenerentola quando pulisce i pavimenti nel film della Disney, mentre i corvi, le falene e ogni tipo di insetto gli svolazzano attorno poeticamente. Il momento più bello, però, lo tocchiamo quando tira fuori il cellulare e mette la versione brutta del gayatri mantra, che spesso stoppa improvvisamente, senza un perchè. Dopo aver passato il resto della mattinata a mangiare, alle 12 Adolf viene a prenderci per andare a visitare l’ashram di Sri Narayana Guru e, a seguire, il tempio di Shiva. All’ashram siamo gli unici occidentali e suscitiamo molta curiosità. Selfie e foto come se piovesse. Adolf vuole farci provare l’esperienza di mangiare il prasad, il cibo preparato nell’ashram, così ci mettiamo in coda. Lorenzo si guarda attorno incuriosito. Le finestre hanno le sbarre, come le prigioni, nello stanzone dove si mangia, tavolacci in fila con panche si susseguono, dando alla sala l’aspetto di una mensa. Entriamo e ci sediamo in fila, uno accanto all’altro. Gli inservienti passano e ci portano foglie di banano come piatti su cui gettano letteralmente il cibo. Lorenzo impazzisce di gioia e si mangia due foglie complete, con le mani, come un vero indiano. Intanto si guarda intorno: sembra una prigione. Guarda quello dell’ergastolo! Mangia come se non dovesse uscire mai più di qui! Terminato il prasad, una bella sciacquata ai rubinetti fuori e via, alla prossima tappa.

Al tempio si accede da una scalinata bella lunga che passa attraverso un arco dove si trova una statua di Vishnu seduto sotto Sesa, il serpente. Entrati, a destra, l’albero delle offerte per avere un figlio, pieno di bamboline appese (a dir la verità un po’ macabro, le bamboline sembrano impiccate). Purtroppo il tempio è chiuso, apre la sera, così ci accontentiamo di guardare la parte esterna, mentre Adolf riprende a gorgheggiare senza posa, fermandosi solo quando vede un punto favorevole per una bella foto di gruppo, l’ennesima.

Torniamo a casa e decidiamodi passare il resto del pomeriggio alla spiaggia nera. Lorenzo giocatutto il pomeriggio a calcio e a cricket con un gruppo di indiani (adulti) mentre noi ci dedichiamo a fare video al tramonto.

Questa mattina avevamo ancora Adolf e, a seguire, Parana ji, che però non si presenta. Ci troviamo comunque qualcosa da fare in attesa della colazione: compiliamo il test sui dosha che ci ha lasciato Anu per vedere se siamo Vata, Pitta o Kapha. L’operazione è più complicata del previsto. Dopo colazione vengo rapita da Patil per parlare di progetti futuri. Patil parla di progetti grandiosi, a lungo e breve termine mentre mi sento sopraffatta dall’idea di dover programmare qualcosa. Soprattutto nello stati in cui mi trovo ora, comatoso. In un momento di lucidità gli chiedo se possiamo avere un’ultima lezione con Tricky e patil acconsente per una pratica nel pomeriggio. Lorenzo è curioso di vede come insegni Tricky, così viene a praticare anche lui un tour de force che si snoda tra addominali, saluti al sole frenetici, inversioni e inarcamenti folli. A un certo punto mi ritrovo chiusa (o aperta, dipende dal punto di vistaj in Natarajasana, con la lianta del piede sinistro appoggiata alla nuca, alla mia nuca! Ma allora si può fare! Un bel Pincha per compensare e divertirsi e…. ciao! É tardi devo andare, fate coi savasana!

Ci riprendiamo mentre aspettiamo l’arrivo di Prana ji, che si oresenta con 1 ora di ritardo, sembra persino scocciato. Ci fa fare un quarto dkora di kapalabhati (voglio morire) e poi un po’ di nadi sodana e via! Finita anche questa lezione. Mi sento ubriaca e defo ancora seguire l’ultima lezione di Anu, dove la interroghiamo sulle rispoet del test per capire che tipi siamo. Sono ancora confusa 😑

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...