Hampi giorno 4

  
Che giornata! Finalmente sono riuscita a coronare il mio sogno e vedere (in parte) il sito archeologico di Hampi. La partenza è alle 6. Esultiamo, di solito pratichiamo alle 5. Possiamo dormire di più! Il viaggio in bus è breve, ma riesco ad addormentarmi. La prima tappa ci permette di vedere dall’alto il sito. Ci troviamo in mezzo al nulla e, soprattutto, al silenzio. C’è chi si mette a praticare, chi a meditare, chi semplicemente si rilassa sdraiato su uno di questi enormi massi lisci e morbidi, scaldati dal sole. Che pace meravigliosa. Siamo in 18, ma è come essere da soli, eppure uniti nel silenzio. Credo che mi porterò dietro questo momento, un momento soglia, un momento nel quale accade qualcosa che ti cambia prospettiva, che fa scattare una molla. 

Molti dei templi di questo sito sono stati abbandonati da tempo poichè sono stati rovinati dalle invasioni islamiche. Nella religione hindū, se un tempio viene distrutto o rovinato, viene abbandonato e la statua della divinità spostata nel nuovo. Molti di questi templi abbandonati oggi sono stati “presi in carico” da gruppi di fedeli che se ne occupano e che si occupano di officiare i riti. Nel primo che visitiamo, dedicato a Rama, ci sono addirittura dei fedeli che si danno il cambio 24 ore su 24 per cantare le storie contenute nel Ramayana e l’Hanuman Chalisa. In questo tempio incontriamo le prime scimmie, che saranno il leitmotiv della giornata. Queste non sono tanto simpatiche, nè amichevoli, ma Edoardo impazzisce letteralmente quando le vede. Siamo costretti a mangiare chiusi nel bus, con le scimmie che saltano sul tetto sperando di ricevere degli avanzi.Che puntualmente   arrivano. La notizia si sparge e ci troviamo a dover praticamente scappare, perchè un paio di scimmie cominciano a fare le prepotenti.

Al tempio successivo incontriamo delle altre scimmie. Altro modello, tutto diverso. Sono piu alte, aria distinta, di classe. Molto più grosse con  pelo color champagne, lungo e morbido, e occhioni da lemure. Ne troviamo alcune sedute a gambe accavallate che osservano mollemente i turisti, altre che sembrano fare yoga, altre ancora che fissano l’orizzonte con aria meditativa. Un gruppetto di ragazzi indiani ne sta molestando una, che sta cercando un po’ di pace. È visibilmente infastidita, ma cerca di non reagire, si gira di schiena fissando l’orizzonte, come per fare la superiore, sperando che gli stupidi si stufino e la lascino in pace. Edoardo mi chiede se possiamo aiutarla, così provo a tirare fuori un biscotto. La scimmia si avvicina a noi con aria incredula e con il gesto più gentile e gli occhi più riconoscenti che abbia mai visto mi prende di mano il biscotto e comincia a mangiarlo. Le piace parecchio. Nel frattempo arriva il nostro Julio, elegantissimo come sempre, che, canticchiando, si china per guardare una delle scimmie che nel frattempo si sono avvicinate sperando in un biscotto. Una di queste, attratta dalla voce melodiosa, o forse della sua eleganza, si avvicina a lui, gli si siede accanto e si gira a fissarlo con aria sognante. Decidiamo di dare altri biscotti a tutti questi occhioni imploranti e, non appena infilo la mano nello zaino, mi ritrovo circondata. Non è un’aggressione, le scimmie sono gentili e mi appoggiano le loro mani morbide sul braccio, fissandomi come neanche il gatto con gli stivali farebbe. Niente, è la fine. Mi hanno conquistata, altro momento soglia. E mentre mi sciolgo, la più scaltra trafuga il pacchetto e scappa. La troverò 10 minuti dopo comoletamente impanata nelle briciole degli avanzi.

Passiamo la giornata in relax tra un mangra, due asana e un pisolo in questo luogo da sogno. 

Chiudiamo la giornata con una pratica di yin e la torta per festeggiare il compleanno di Barbara. E dopodomani si torna al sito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...