Hampi giorno 5

  
Giornata di riposo. Niente gita oggi. Chiediamo di poter fare la pratica alle 6 invece che alle 5, ci abbiamo preso gusto, e veniamo accontentati. In realtà la “punizione” è dietro l’amgolo, sotto forma di Utkatasana. A seguire, una fantastica lezione guidata di Yoga Nidra. Un po’ ci sono, un po’ non ci sono, lo ammetto, ma mi sembra di aver seguito tutto, a grandi linee. Al termine, tutta ia al uni si costituiscono, ammettendo, addirittura, di aver russato.

Nel pomeriggio decidiamo di ancare a fare un po’ di shopping. Dopo lungo cercare finiamo in un negozione dove, finalmente, troviamo quello che andavamo cercando nei giorni scorsi: kurti, pantaloni, longi… una pacchia insomma. Al ritorno Lorenzo mi chiede di aiutarlo per il suo allenamento quotidiano. Scendiamo col pallone nel campetto di fronte, un quadrato di terra rossa. Dei maiali stanno mangiando in un angolo. Lorenzo comincia a fare il suo quarto d’ora di corsa. Un maiale parte in quarta verso di lui, lo scarta e scappa. I maialini seguono l’esempio e, mentre Lorenzo si distrae guardando la scena, entrano in campo una decine di mucche. La cosa lo preoccupa un po’, ha paura che tra queste ci sia un toro che, vedendolo correre, lo insegua. L’allenamento si complica, ma riusciamo ad andare avanti. Nel frattempo il cielo si copre di nuvoloni neri. Arriva il monsone. Tocca rientrare, non prima di aver fatto gli ultimi scatti. Ovviamente ci prendiamo l’acqua, ma, entrati nella hall dell’albergo, va via la luce e, nel buio completo, il fan numero uno di Lorenzo ci porta in un salone spoglio dove, in un angolo, un tizio snza età sta cucendo a macchina tra un rutto e l’altro. Lorenzo si mette a palleggiare alla luce della finestra, poi si mette a giocare con il suo fan, che, a dire il vero, gioca peggio di me….

Si avvicina l’ora della pratica, devo tornare in camera a prepararmi, ma lui ci segue e ci fa cenno di proseguire per le scale. Eccoci sul tetto. Lui ci mostra con aria orgogliosa il panorama: una distesa desolante di baracche e case diroccate. Sorride felice. “Do you like it?”

It’s beautiful.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...