Garuda Mudra

mudra1_large

La mudra di Garuda rappresenta la divinità induista vahana, ossia veicolo, di Visnu, con le ali spiegate. E’ legata alla propria libertà interiore e all’abilità di esplorare  nuove situazioni e prendere in mano la propria vita; è utile a bilanciare la nostra energia Vata, ossia l’energia legata all’aria. Secondo l’ayurveda, Vata governa il movimento e la comunicazione ed è legato alla flessibilità e alla creatività. Nel nostro corpo si occupa di tutti i movimenti: il respiro, il pulsare del nostro cuore, la contrazione dei muscoli, il movimento dei tessuti e delle cellule. Governa, inoltre, la comunicazione tra cervello e sistema nervoso.

Quando si trova in uno stato di squilibrio, Vata tende a causare paura, ansia, senso di solitudine e spossatezza. Può portare a esaurimento fisico ed energetico, provocare problemi comunicativi e causare una serie di movimenti anormali nel corpo come  tic, tremori e spasmi muscolari.

Quando facciamo Garuda Mudra, unendo i due pollici, facciamo sì che l’energia dei due lati del corpo circoli meglio, grazie alla creazione di questo circuito.