Navaratri – giorno 9 – casa

images

 

Quando l’universo era ancora un vuoto fatto di buio, non c’erano ancora indicazioni sul mondo. Un raggio di luce divina si diffuse, illuminando ogni angolo di quel vuoto. Questo mare di luce, senza forma, improvvisamente cominciò a prendere una forma definita fino a diventare una dea, Mahaśakti. La dea creò la Trimurti, Brahma, Visnu e Śiva. Disse alle 3 divinità di mettersi in contemplazione per comprendere il loro ruolo e compiere il proprio dovere al servizio del mondo. Seguendo le istruzioni della dea la tridevi si sedette presso la riva dell’oceano in contemplazione per molti anni. La dea apparve di fronte a loro sotto forma di Siddhidharti e assegnò loro una compagna a testa: Sarasvati, Lakśmi e Parvati. Dopodichè diede a Brahma il compito di creare l’universo, a Visnu quello di preservare e proteggere la creazione e le sue creature e a Śiva quello di distruggerlo al momento giusto. Disse loro che i poteri a loro assegnati corrispondevano alle rispettive mogli, che li avrebbero aiutati ad adempiere ai propri doveri. Così dicendo donò loro 8 poteri sovrannaturali: Anima, Mahima, Garima, Lagima, Prapti, Prakambya, Isithva e Vashitva.

Con Anima puoi ridurre le dimensioni di un corpo fino alle dimensioni di una briciola.

Con Mahima puoi espandere un corpo all’infinito.

Con Garima è possibile diventare infinitamente pesanti.

Con Lagima è possibile non avere alcun peso.

Con Prapti è possibile essere ubiqui.

Con Prakambya si possono esaudire tutti i desideri.

Con Isithva puoi ottenere il dominio su tutto.

Con Vasitva si ottiene il potere di soggiogare tutto e tutti.

Su richiesta di Brahma, Siddhidhatri unì i corpi di Śiva e Parvati in un unico corpo, Ardhanariśvara, per permettere la creazione. Le due parti, uomo e donna, crearono dei, demoni, mostri, orchi, alberi, serpenti, mucche, bufali, predatori, prede, animali acquatici, Aruna e Garuda e molte altre specie. La creazione su completata con innumerevoli stelle, galassie e costellazioni. Il sistema solare fu completo con i nove pianeti. Sulla terra fu creata la terraferma, circondata da vasti oceani, laghi, fiumi. Tutti i tipi di di flora e fauna ebbero origine. I 14 mondi fu creati e costruiti e furono chiamati casa.

Sotto questa forma Durga rimuove l’ignoranza e porta chiarezza e lucidità mentale, riportandoci a casa.

Navaratri – giorno 6 – distruggere le paure

images

 

Oggi è il giorno di Katyayani una dea guerriera, nata dalla rabbia spontanea degli dei nei confronti dell’asura Mahisasura, sotto forma di raggi. Visnu, Siva, Brahma insieme agli altri dei emisero delle fiamme così potenti da formare una montagna splendente dalla quale emerse Katyayani, risplendente come mille soli, con tre occhi, i capelli neri e diciotto braccia. Śiva le donò il suo tridente, Visnu il sudarśan cakra, Varuna una conchiglia, Agni un dardo, Vayu un arco, Surya una faretra piena di frecce, Indra un fulmine, Kuvera una mazza, Brahma un rosario e una citola di acquz, Kala uno scudo e una spada, Visvakarma un’ascia da battaglia e altre armi. Così armata e adorata dagli altri dei Katyayani si diresse verso la collina di Mysore. Qui gli asura la videro e catturati dalla sua bellezza, la descrissero al loro re, Mahisasura, desideroso di incontrarla. Le chiese la mano, am lei gli rispose che avrebbe dovuto convincerla battendola in battaglia. Katyayani scese dal suo leone e salì sulla schiena di Mahisasura, che si era presentato sotto forma di bufalo. Coi suoi piedi lo accarezzò fino a farlo cadere senza sensi a terra. Allora gli tagliò la testa (Devi Bhagavata Purana).

Katyayani rappresenta la nostra capacità di affrontare le nostre paure più radicate e di superarle con fierezza, grazie anche all’aiuto di chi ci sta intorno.