Hampi giorno 1

  
Il viaggio della speranza. Disfatta sul letto alle 21.21 fisso il vuoto. Adesso dormo, ma prima scrivo due righe, che poi mi dimentico e invece voglio raccontare di un nuovo gruppo in viaggio, misto e variegato, che già, nonostante le ore di viaggio, ride e condivide. Questa volta abbiamo deciso di venire ad Hampi, un sito archeologico patrimonio dell’Unesco, che visiteremo nei prossimi giorni. Il nostro albergo si trova ad Hospet, a 8 chilometri. Soliti clacson, guida spericolata da infarto (oggi abbiamo fatto un bel contromano in autostrada, perchè a noi la vita noiosa non piace). Per strada le mucche, ma non solo. Qui abbiamo una varietà faunistica polimorfa: le mucche, ma anche i buoi con la gobba, che Edoardo ha rinominato la mucca-cammello, i maiali pelosi, molto pelosi, gli scoiattoli e i soliti cani, tutti uguali, giallini, magri, col muso da tapiro. Uguali a quelli di Mysore. 

L’unica pratica che siamo stati in grado di affrontare oggi è stato lo Yoga Nidra, o meglio, che hanno affrontato. Io sono stata con Lorenzo ed Edoardo e siamo andati a fare un giro in tuc tuc per la città. Mentre giriamo per le vie affollate di bestie varie, macchine, moto e camion che strombazzano a più non posso mi viene in mente la domanda che ho fatto a Patil prima di partire: ma nel posto dove siamo, ci sarà qualche negozietto?! Non è che siamo in mezzo al nulla?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...